Cucina : marchi di qualità e resistenza

cucina usata

La cucina diventa un arredamento di casa che spesso è costoso, ma dove la scelta dei materiali potrebbe essere l’elemento fondamentale.

Sapete che esiste la possibilità di comprare cucina di marchi importanti, ma a prezzi che sono scontati fino anche al 35%? La cucina usata è e rimane la scelta principali di tanti utenti che vogliono unire risparmi ad alta qualità, ma senza scendere a compromessi con la scelta dello stile da avere.

Ci sono marchi che realmente sono immortali e dove li possono comprare anche da altri privati avendo a disposizione una struttura che è molto ricca, priva di graffi e che sembra come nuova.

Quali sono i marchi di qualità e resistenza?

La classifica della cucina usata che ha un buon rapporto qualità-prezzo, viene comunque aggiornata ogni anno.

I migliori marchi sono la Scavolini, la Veneta Cucine, Lube, Snadeiro e Arredo 3. Queste case costruttrici di arredamenti da cucina uniscono nuove tendenze, date dalle richieste dei consumatori, con la qualità dei materiali.

Oggi ci si è concentrati molto sulla modernità delle strutture. Gli arredi dei mobili devono essere di linee dritte e squadrate. Si preferiscono le aperture ad ante, in modo che la cucina rimanga funzionale. La cappa è spesso nascosta in un mobile che dona l’idea di “ordine” in cucina.

Quando si cerca una cucina usata potete optare per la ricerca dei marchi sopra elencati. Ci sono molti utenti che, anche da privato, propongo in vendita queste cucine e quindi si ha la possibilità di risparmiare molto denaro.

Attenzione che ci sono anche negozi e professionisti che hanno deciso di investire in questo mercato perché la richiesta è tanta. Questo vuol dire che è possibile trovare delle cucine usate di questi marchi, ma che hanno ricevuto qualche manutenzione per limitare eventuali graffi o usure.

Facendo dei rapidi paragoni diciamo che i costi per la Scavolini, la Veneta Cucine, Lube, Snadeiro e Arredo 3, per cucine nuove, si aggirano dai 9.000 euro fino a 14.000 euro. Mentre se si decide di comprare cucina nel settore usato, i prezzi diminuiscono dai 4.000 euro agli 8.000 euro. Si ha alta qualità, ma a prezzi più abbordabili.

Per poi renderla più funzionale, in caso si desidera avere tanti elettrodomestici che rendono facile la vita in cucina, allora possiamo poi comprarli nuovi. Ricordate che comunque devono essere elettrodomestici dello stesso marchio della cucina.

Cucine economiche, ma che sono attuali

Cucine economiche

Nel comprare cucina ci sono anche coloro che amano il rustico. Per questo si deve pensare anche ai mobili che magari sono in legno o in simil legno.

Rimanendo in tema dei marchi di cucina che offrono una buona qualità prezzo, valutiamo anche i marchi come la Record cucine, Ikea, Bindi, Arredissima, Grancasa e Mondoconvenienza. In questo caso è possibile comprare cucina a partire da un prezzo da 1.500 euro fino a 5.000 euro.

Tuttavia anche qui c’è il mondo della cucina usata, cioè quelle strutture che sono state usate e che vengono riproposte in vendita da parte dei privati o da professionisti nel settore dell’usato. In questo caso i prezzi partono da 500 euro fino a 2.000 euro, ma anche in questo caso ci deve essere una buona attenzione poi agli elettrodomestici.

Il vantaggio di rivolgersi a questa gamma di prodotti è quella che li possiamo rendere attuali semplicemente rivestendo le superfici con “carta adesiva per mobili” di diversa fantasia. Si andrà a ricoprire le usure e usure.

Sono tante le fantasie di carta adesiva per mobili. Ci sono quelle in simil legno, dove ci sono anche assi di legno in diversa colorazione. Ci sono le stampe in marmo, con disegni floreale o autunnali, ma anche con stampe Tilling.

Twitter Facebook Google Plus

Tags, , , , , ,

Authorcucina usata | Date10-06-2020