Cucine e tendenza: il living accoglie questo ambiente

Cucina living


Secondo le tendenze di quest’anno, lo spazio della cucina si trasforma trasferendosi nella zona living per diventare un ambiente unico dove cucinare ed accogliere i propri ospiti

I vantaggi di una cucina living

Il modello open space è approdato già da diversi anni nel nostro paese, naturalmente richiede determinate caratteristiche perché possa essere sfruttato al meglio. In questa tipologia di soluzione è inclusa la cucina all’interno della zona living.

La progettazione delle cucine per la tendenza di quest’anno, la vede protagonista proprio all’interno del salotto. Il living quindi resta una zona non solo dal grande valore estetico ma anche dal valore funzionale. È per questa ragione che il mobile cucina diventa modulare e personalizzabile, con delle composizioni dinamiche adatti ad ogni esigenza e ad ogni gusto. Naturalmente non ci sono nei limiti né vincoli nella scelta dello stile, ovviamente occorrerà in modo sapiente e coordinare la stessa nuance che si è scelti sia per lo spazio cucina sia per lo spazio living.

L’ integrazione di un mobile multifunzionale permette di scegliere anche materiali diversi e di essere utilizzato sia come spazio per poter riporre le stoviglie ma anche come mobile dispensa. È per questa ragione che si deve creare il giusto mix all’interno dell’ambiente offrendo alla famiglia alla praticità e la funzionalità di due spazi che si fondono insieme.

Le nuove tendenze propongono materiali naturali che spaziano dal legno, all’effetto pietra, ma anche cemento e vetro. In questa maniera si crea un giusto equilibrio tra il classico, che può accogliere la famiglia riproducendo la sensazione di calore, ma anche il moderno per dare un tocco di contemporaneità a questo stile. Naturalmente, all’interno della zona living diventa necessario coordinare in maniera appropriata anche tappezzeria e tendaggi, che possono donare maggiore carattere alla stanza.

Gli svantaggi di una cucina living

Una cucina living è uno spazio aperto che permette di donare maggiore profondità all’ambiente. Qualora tu dovessi avere un piccolo angolo cottura ed un altrettanto piccolo salotto a quel punto converrebbe unire i due ambienti per una progettazione unica. In questa maniera andresti a riprogettare lo spazio rendendolo maggiormente fruibile. A seconda delle esigenze di chi dovrà abitare la casa, sarà importante predisporre l’uso di tutti quei mobili necessari.

Laddove lo spazio fosse davvero ridotto, la soluzione è quella di poter realizzare degli arredi a tutt’ altezza in maniera tale da non lasciare nessun centimetro non sfruttato. Naturalmente la comunicabilità tra questi due ambienti porta ad una serie di svantaggi che potrebbero essere quelli di dover gestire, mentre si cucina anche l’accoglienza degli ospiti. Per alcuni potrebbe risultare un piacere per altri invece potrebbe essere una limitazione.

Ovviamente è importante disporre di sufficienti piani di appoggio per poter lavorare e cucinare in maniera comoda. La predisposizione di uno spazio aperto condiviso con la cucina richiede però alcune accortezze, ad esempio dovrai prestare attenzione all’acquisto di una buona cappa aspirante e filtrante che possa così evitare la diffusione di odori all’interno dello spazio.

Oltretutto, se sei amante dell’ordine, diventa necessario predisporre la cucina in una zona laddove sarà possibile isolarla attraverso una serie di pannelli. Possano nascondere la cucina quando magiari è rimasta in disordine. Inoltre, se hai dei bambini devi prestare attenzione alla scelta del divano con un tessuto antimacchia perché potrà capitare con maggiore facilità che, dopo aver mangiato possa lasciare macchie un po’ dappertutto.

Spesso il living è quella zona utilizzata dai bambini anche per giocare quindi, occorrerà disporre un angolo dove il bambino potrà trovare tutti i suoi giochi e soprattutto una disposizione ben organizzata così da avere sempre facilità nel risistemare.

Twitter Facebook Google Plus

Tags, , ,

Authorcucina usata | Date18-05-2020